AAS –  Astronomical Association of Susa, Italy: since 1973 continously performes astronomical research,
publishes Susa Valley (Turin area) local ephemerides and organizes star parties and public conferences.
Banner
Home
 
E-mail
Sabato 25 Maggio 2019 22:11

Nova n.1537

A 50 ANNI DALL’APOLLO 10
Cinquant’anni fa, dal 18 al 26 maggio 1969, si svolgeva la missione di Apollo 10: comprendeva tutti gli aspetti di un vero e proprio sbarco lunare con equipaggio, tranne l'allunaggio. L’equipaggio era composto da Thomas P. Stafford, comandante, John W. Young, pilota del modulo di commando, e Eugene A. Cernan, pilota del modulo lunare...

Leggi tutto

 
E-mail
Sabato 25 Maggio 2019 22:05

NOVA n.1536

VISIBILITÀ ISS: AGGIORNAMENTO
Ieri, venerdì 24 maggio, è stata eseguita una variazione orbitale sulla Stazione Spaziale Internazionale (ISS), detta "reboost", con la navicella Progress 71; la procedura prevedeva la manovra di ISS per far coincidere il suo vettore velocità con il propulsore usato per tale variazione di traiettoria....

Leggi tutto

 
E-mail
Lunedì 20 Maggio 2019 18:01

NOVA n.1535

ASTEROIDE 66391 (1999 KW4)
L'asteroide 1999 KW4 – scoperto il 20 maggio 1999 da LINEAR, uno dei primi sistemi robotici che riprendeva parte del cielo stellato più volte ogni notte utile – è un NEO di classe Aten e numerato (66391) dal Minor Planet Center1. Si stima che abbia un diametro di 1,78 km....

Leggi tutto

 
E-mail
Lunedì 20 Maggio 2019 17:58

NOVA n.1534

VISIBILITÀ SERALE E NOTTURNA DELLA STAZIONE SPAZIALE INTERNAZIONALE IN CONDIZIONE “HIGH BETA”
Per alcuni giorni la Stazione Spaziale Internazionale (ISS), attualmente in un’orbita di 408 x 410 km (quasi circolare), percorsa in 92 minuti e inclinata di 51.6° sull’equatore terrestre, vedrà il Sole per tutto il tempo.
Tecnicamente la condizione è denominata “high beta”, dove per un satellite in orbita bassa terrestre “beta” sta ad intendere l’angolo tra il piano dell’orbita e il vettore che punta verso il Sole....

Leggi tutto

 
E-mail
Domenica 19 Maggio 2019 13:44

NOVA n.1533

MERCURIO IN CONGIUNZIONE COL SOLE
(E CON LE PLEIADI)

Il 21 maggio 2019, alle ore 13 UTC, Mercurio sarà in congiunzione superiore col Sole, ma visibile sulle immagini del coronografo del Solar and Heliospheric Observatory (SOHO), non lontano dall’ammasso delle Pleiadi, ben visibile in alto a sinistra nelle immagini...

Leggi tutto

 
E-mail
Domenica 19 Maggio 2019 13:38

NOVA n.1531

IL LUNAR RECONNAISSANCE ORBITER OSSERVA IL SITO DI IMPATTO DI BERESHEET

Undici giorni dopo il tentativo di allunaggio della sonda spaziale israeliana Beresheet (v. Nova n. 1485 del 26 febbraio 2019 e n. 1512 del 12 aprile 2019) la fotocamera LROC del Lunar Reconnaissance Orbiter (LRO) della NASA ha ripreso, il 22 aprile 2019, il sito di impatto nel Mare della Serenità....

Leggi tutto

 
E-mail
Giovedì 16 Maggio 2019 10:22

NOVA n.1529

TERREMOTI LUNARI
Dal confronto dei dati sismici delle missioni Apollo e delle immagini del Lunar Reconnaissance Orbiter della NASA, sembrerebbe che la Luna sia ancora tettonicamente attiva. Alcuni dei sismi registrati potrebbero infatti essere derivati da una vera e propria attività tettonica lungo le faglie chiaramente visibili nelle immagini del satellite.
Da MEDIA INAF del 13 maggio 2019 riprendiamo, con autorizzazione, un articolo di Maura Sandri....

Leggi tutto

 
E-mail
Domenica 19 Maggio 2019 13:42

NOVA n.1532

“ULTIMA THULE”: PUBBLICATI I PRIMI RISULTATI
La rivista Science ha pubblicato il primo profilo del mondo più lontano mai esplorato, 2014 MU69, l’oggetto della Fascia di Kuiper, sorvolato il 1° gennaio di quest’anno dalla navicella New Horizons e noto come “Ultima Thule”....

Leggi tutto

 
E-mail
Giovedì 16 Maggio 2019 10:24

NOVA n.1530

A 50 ANNI DALLE MISSIONI VENERA 5 E 6
Cinquant’anni fa, il 16 maggio 1969 alle 06:01 UTC, entrava nell’atmosfera di Venere una capsula di 405 kg rilasciata dalla sonda spaziale sovietica Venera 5 (Венера-5). Era stata lanciata, utilizzando un razzo Molniya-M, dal cosmodromo di Baikonur il 5 gennaio 1969 alle 06:28:08 UTC....

Leggi tutto

 
E-mail
Giovedì 16 Maggio 2019 10:17

NOVA n.1528

EVENT HORIZON IMAGER
Si chiama Event Horizon Imager ed è la nuova frontiera dell’osservazione dei buchi neri: una rete di radiotelescopi in orbita attorno alla Terra che permetterà di raggiungere risoluzioni angolari cinque volte superiori a quelle ottenute dall’Event Horizon Telescope.

Da MEDIA INAF del 13 maggio 2019, con autorizzazione, riprendiamo un articolo di Maura Sandri.

Leggi tutto

 
«InizioPrec.12345678910Succ.Fine»

Pagina 3 di 25
 

Posizione I.S.S.

Calendario Eventi

<<  Giugno 2019  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
       1  2
  3  4  5  6  7  8  9
10111213141516
17181920212223
242526272829